BIOLOGICO Biologico ed ecologico essere natura Piante officinali Protezione rispetto dell'ambiente rispetto per gli animali

I DIVERSI USI DELLE PIANTE ; dal tempo di Ildegarda ai giorni nostri

  • RIMEDI PRONTI ; ALCUNI ACCENNI NELLA STORIA 
  • LE TINTURE MADRI; Sono estratti che si ottengono lasciando macerare le piante in alcol. La concentrazione è maggiore rispetto a decotti e infusi, e permette di assumere i principi attivi diluiti in acqua o alcool.
  • OLI ESSENZIALI ; Gli oli essenziali sono prodotti altamente concentrati, da utilizzare con la massima attenzione.Gli oli essenziali così come li conosciamo non esistevano al tempo di Ildegarda, che tuttavia faceva un ottimo uso delle proprietà curative delle piante estraendo i principi attivi in infusi , vini, liquori, oli e balsami.
  • La distillazione delle piante ha reso le cose più semplici, offrendoci gli oli essenziali in pratiche boccette.
  • Dobbiamo fare attenzione però sull’uso degli oli essenziali;
  • Non utilizzare un olio essenziale a caso solo perché lo trovate gradevole. Molti oli vanno usati con cautela, in gravidanza (specialmente nel primo trimestre, durante l’allattamento e sui bambini sotto i tre anni). Alcuni per la sua tossicità sono da evitare del tutto in gravidanza e allattamento.
  • Fate attenzione quando usate un olio essenziale direttamente sulla pelle, alcuni vanno prima diluiti in olio vegetale o in un burro da massaggio.
  • Evitate sempre di applicarli vicino agli occhio (o di toccare gli occhi con le mani sporche d’olio)
  • Alcuni oli essenziali sono fotosensibili; evitate di esporvi al sole per due ore dopo l’applicazione.
  • Per mantenere intatte le loro proprietà, richiudete le confezioni con cura e conservatele al riparo dalla luce e da fonti di calore.
  • Midas eco bio cosmesi ha selezionato 6 oli essenziali, OLIO ARANCIO, OLIO TIMO, OLIO TEA TREE, OLIO LAVANDA , OLIO MENTA PIPERITA e OLIO EUCALIPTO e 1 olio 99 ERBE da agricoltura biologica.
  • DISTILLATI DI ERBE ;  ( Noti anche come idrolati o acque essenziali). Sono gli scarti della distillazione degli oli essenziali . Queste acque svolgono la stessa funzione degli oli essenziali ma sono meno efficaci per la minore concentrazione
  • FIORI DI BACH  ; All’epoca di Ildegarda  ( XII secolo) non esistevano. Furono creati intorno al 1930 dal Dott. Edward Bach , un medico inglese. Era sua opinione che mantenendo in armonia l’anima, il corpo e lo spirito, nulla potesse affliggerci. Decise quindi di sviluppare un metodo terapeutico per prendersi cura dell’anima prima di curare la malattia. Stilò una lista di 38 fiori , ideata per curare i disturbi della psiche suddivisi in sette categorie : PAURA , SOLITUDINE, INCERTEZZA, SCARSO INTERESSE PER IL PRESENTE, IPERSENSIBILITA’ ALLE INFLUENZE ESTERNE, SCORAGGIAMENTO, E PREOCCUPAZIONE ECCESSIVA PER GLI ALTRI.
  • Lo scopo dei suoi rimedi, era la trasformazione di uno stato emotivo negativo, in uno atteggiamento positivo. I suoi preparati per uso orale, in forma liquida, sono prodotti ancora oggi.
  • GEMMODERIVATI; Ildegarda fu una delle prime a parlare degli effetti benefici di gemme e germogli e raccomandò l’utilizzo dei getti primaverili di una manciata di specie , come il ribes nero, la betulla, il castagno, la rosa canina, il frassino, il pioppo, il melo, il tiglio. Le gemme di betulla per esempio, sono indicate per il trattamento delle malattie della pelle, mentre i getti di ribes nero, possiedono proprietà rivitalizzanti  e antistress, e favoriscono l’elasticità delle articolazioni.
  • ESISTONO DUE TIPOLOGIE PRINCIPALI DI GEMMODERIVATI;
  • 1) LA TINTURA MADRE o macerato glicerico concentrato, che si ottiene facendo macerare le gemme in acqua , alcol e glicerina
  • 2)  IL MACERATO GLICERICO che si ottiene facendo macerare i germogli in alcol e glicerina senza acqua. Successivamente il preparato  è diluito con acqua con un rapporto da 1:10.
  • Bibliografia ; I RIMEDI NATURALI DI Santa Ildegarda  di Melanie Schmidt-Ulmann
Siamo anche su
La nostra Pagina FACEBOOK
Visitaci su Twitter
YouTube
Siamo anche su Instagram

Related posts

Leave a Comment